italianoenglish
Lingua
Loghi partner
  • » Novità
  • » Irrigazione climatizzante 2021 – risultati

Irrigazione climatizzante 2021 – risultati

In termini di temperature, la stagione irrigua 2021 non è stata particolarmente severa, fatta eccezione per l’ondata di calore che si è verificata tra l’11 e il 15 Agosto. Durante queste giornate, le temperature massime registrate all’interno dei filari hanno superato i 34.5°C, raggiungendo picchi di 36°C.

Per contrastare gli effetti potenzialmente dannosi provocati dalle alte temperature, sono stati eseguiti degli interventi di irrigazione climatizzante e sono state apportate alcune modifiche, a livello di impianto e di protocollo di gestione, rispetto alle stagioni sperimentali precedenti.

Per prima cosa sono stati modificati gli erogatori installati, con l’obiettivo di testare nuovi mini-sprinkler sia sovrachioma che sottochioma. In particolare, la soluzione con erogatori sovrachioma, che era già stata testata nelle stagioni precedenti, è stata migliorata con l’introduzione di un’apertura pop-up degli erogatori, che evita di dover ricorrere ad una pulizia manuale della zona attorno agli sprinkler. Gli erogatori sottochioma (con getto a 180° rivolto verso l’alto), invece, sono stati testati per la prima volta in modo da ridurre i consumi idrici e concentrare l’effetto climatizzante nella zona attorno al grappolo.

Per la stagione 2021, è stato testato inoltre il seguente protocollo di attivazione pulsata:

  • la temperatura dell’aria interna ai filari, misurata nella parte bassa della chioma, viene valutata ogni 5 minuti e l’irrigazione viene attivata al superamento della soglia critica impostata a 33°C (per uniformità con le precedenti stagioni sperimentali e per testare l’efficacia del sistema climatizzante su un’ampia casistica di eventi di irrigazione)
  • al superamento dei 33°C, gli spruzzatori vengono attivati per 1 minuto a cui seguono 2 minuti di pausa
  • al termine della pausa, la temperatura viene rivalutata ogni minuto fino alla successiva attivazione al superamento della soglia critica

Seguendo questo protocollo, l’irrigazione climatizzante a contrasto dello stress da eccessi termici è stata attivata durante 10 giornate, tra fine giugno e metà agosto 2021. Rispetto al 2020, a parità di giornate di attivazione, il numero di ore di irrigazione si è notevolmente ridotto, passando da 23 a 7 ore complessive.

Durante la giornata del 15 agosto, in cui sono state registrate le temperature più alte della stagione, si sono verificate 76 attivazioni dell’impianto tra le ore 12:00 e le ore 17:30 (come indicato dai pallini azzurri nella Figura3). Questi interventi di irrigazione climatizzante hanno permesso di ottenere buoni risultati in termini di effetti sulla temperatura dell’aria. La riduzione di temperatura rispetto alla parcella non irrigata (linea blu) è stata mediamente di 3°C dove sono in azione gli spruzzatori sovrachioma (linea rossa tratteggiata) e di 1.5°C dove sono stati installati quelli sottochioma (linea rossa continua).

Ripartendo dai buoni risultati ottenuti durante le precedenti stagioni sperimentali con l’applicazione dell’irrigazione climatizzante a contrasto degli eccessi termici, l’obiettivo per la stagione 2022 sarà quello di ridurre i consumi idrici:

  • migliorando l’implementazione del protocollo di attivazione pulsata, che ha permesso di ottenere tempi di erogazione inferiori alle stagioni precedenti e buoni risultati in termini di effetti sulla temperatura dell’aria;
  • testando nuovi spruzzatori che abbiano un’intensità di irrigazione ridotta rispetto a quelli testati durante le precedenti stagioni sperimentali.
Immagini
(Davide Modina)
Pubblicata il: 08/04/2022
Il progetto ADAM (ADAttamento della viticoltura al cambio climatico: studio del contributo dell’irrigazione Multifunzionale) esplorare le potenzialità della gestione multifunzionale dell’irrigazione in vigneto, confrontando le capacità di diversi sistemi irrigui per la minimizzazione degli effetti negativi provocati da eventi meteorologici estremi, come gli stress estivi idrici e termico-radiativi e le gelate primaverili. ADAM è un progetto realizzato dal Dipartimento di Scienze Agrarie ed Ambientali (DISAA) dell’Università degli Studi di Milano. Il progetto è cofinanziato da Regione Lombardia (bando per il finanziamento di progetti di ricerca in campo agricolo e forestale, dds 28 marzo 2018 n. 4403).

Regione Lombardia - Dipartimento DISAA - Università di Milano

Contatti: info@adam-disaa.eu
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +